Coronavirosi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Coronavirosi

Messaggio Da Massimo84 il Mar Giu 09, 2009 3:57 pm

I coronavirus sono virus in grado di sostenere nell'uomo e negli animali una notevole quantità di forme cliniche quali bronchiti, gastroenteriti, epatiti, peritoniti ed encefaliti.

I coronavirus sono virus in grado di sostenere nell'uomo e negli animali una notevole quantità di forme cliniche quali bronchiti, gastroenteriti, epatiti, peritoniti ed encefaliti. Nel cane il Canine Coronavirus (CCV) causa una gastroenterite ad esito solitamente benigno. Il CCV è stato descritto per la prima volta in Germania nel 1971 nel corso di un focolaio di diarrea in cani militari. Successivamente una epizoozia fu segnalata negli Stati Uniti nel 1978 e le ricerche eseguite in varie parti del mondo, Italia compresa, hanno dimostrato che la coronavirosi del cane è una malattia cosmopolita.
Gli animali infetti eliminano il virus per almeno una settimana con le feci, che rappresentano la sorgente di infezione più importante. Risulta chiaro che l'incidenza della malattia è alta negli allevamenti dove si creano le condizioni ideali per uno stretto ed intimo contatto fra i cuccioli. I segni clinici della coronavirosi sono molto variabili. Infatti, nonostante la malattia colpisca i cani di tutte le età, la forma acuta si osserva solamente nei cuccioli. Dopo 24/72 ore dall'infezione il cucciolo manifesta vomito e diarrea. Le feci possono essere più o meno liquide, di colore giallo-verdastro, di odore nauseabondo ed a volte striato di sangue. La temperatura corporea è solitamente normale anche se in alcuni casi sono state descritte puntate febbrili fino a 39,5°C. Il vomito scompare dopo il primo giorno dell’infezione, mentre la diarrea può persistere per diversi giorni e in alcuni casi anche per alcune settimane. I cuccioli colpiti generalmente guariscono in modo spontaneo nel giro di due settimane.
La diagnosi di certezza della coronavirosi si deve basare sull’intervento del laboratorio. La profilassi della coronavirosi del cane si basa sia sull'intervento igienico-sanitario sia su quello vaccinale tramite prodotti a virus inattivato

Massimo84

Messaggi : 472
Data d'iscrizione : 08.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum